Blefarite

occhio infiammatoLa blefarite è causata da una infezione cronica da parte dei batteri cutanei comuni localizzata alle ciglia. Si presenta con croste, irritazione, arrossamento ed ispessimento del margine palpebrale, lacrimazione riflessa, bruciore e prurito. La blefarite e il calazio sono frequentemente associati.

Ci possono essere fasi acute con spiccata iperemia del bordo palpebrale e congiuntivale e secrezioni oppure forme croniche di blefarite con iperemia moderata, scaglie cutanee e moderata irritazione. Esistono anche forme più gravi associate ad acne rosacea che necessitano di una terapia antibiotica per via orale. La blefarite può essere associata con alcune condizioni cutanee come acne e acne rosacea, patologie in cui la cute è più spessa e oleosa.

blefarite
blefarite squamosa prima (a sinistra) e dopo la cura

Cura della blefarite

  • Pulizia delle ciglia ed impacchi caldi: è un passaggio fondamentale del trattamento. L’igiene delle ciglia permette di rimuovere le croste e i prodotti tossici dal margine palpebrale che rendono le palpebre arrossate e gli occhi dolenti. La pulizia aiuta inoltre a spremere le ghiandole di Meibomio e svuotarne i dotti permettendo al secreto di raggiungere la superficie corneale e svolgere la propria funzione.
    Gli impacchi caldi permettono di dilatare le ghiandole sebacee ed evitare il ristagno delle secrezioni che altrimenti può portare alla formazione di calazi.
  • Pomate antibiotiche e steroidee: talvolta indicate, le pomate antibiotiche possono essere usate solo se prescritte dal medico oculista per un paio di settimane per trattare la componente batterica. Talvolta si può associare un cortisonico che consente di diminuire l’infiammazione.
  • Antibiotici orali (per bocca): indicati nei trattamenti di lunga durata, sopratutto in presenza di acne, gli antibiotici orali tendono a migliorare la composizione del secreto meibomiano.
occhio lacrima, prude, dà fastidio
occhio lacrima, prude, dà fastidio!

Domande frequenti sulla blefarite

  • La mia blefarite migliorerà?
    La blefarite può essere trattata con pulizia cutanea, pomate antibiotiche e talvolta antibiotici orali, ma può anche essere difficile da risolvere e tendere a ripresentarsi (recidive). Non è possibile risolverla completamente se la vostra cute è predisposta, ma se ne possono ridurre i sintomi e il numero di episodi acuti.
  • La blefarite danneggerà i miei occhi?
    Occasionalmente, se di entità severa e non trattata, può causare cicatrici del margine palpebrale ed infiammazione della superficie oculare sino a causare ulcere corneali in particolare se associata alla rosacea. Talvolta la blefarite può portare a alterazioni della struttura del margine con conseguente crescita di ciglia verso la superficie oculare (trichiasi).
  • La blefarite è contagiosa?
    No, anche se si tratta di una forma causata da batteri.
  • La blefarire può degenerare in un tumore?
    No, non può degenerare, ma occasionalmente un carcinoma a cellule basali può colpire il margine palpebrale e può essere scambiato per blefarite. Un tumore del margine palpebrale, tuttavia, interessa solo un occhio mentre la blefarite di norma colpisce entrambi gli occhi.